hotel
indice generale
escursioni
ristoranti
vita notturna
santo domingo
golf
corsi sub
spiaggia boca chica
pesca alto mare
home
mini guida
notizie utili
scriveteci
citta' coloniale
case vendita
cambio
meteo
spiagge del nord
racconti di viaggio

 

Annunci Google

 

 

Con Domenico e Ferdinando al Tropical Garden

Diario di viaggio di Ferdinando Amendola e Domenico D'ermo da Pompei

Boca Chica, Santo Domingo, Saona Repubblica Dominicana

     
 

 

Boca Chica, Agosto 2007, UN VIAGGIO DA SOGNO

 

Salve a tutti, sono qui per raccontarvi la bellissima vacanza che ho trascorso nella Repubblica Domenicana, una vacanza che consiglio a tutti.

 

 

Io mi chiamo Domenico, ho 29 anni e vivo a Pompei (Na), ed insieme al mio amico Nando abbiamo deciso di fare una vacanza nel mare dei Caraibi. A gennaio, inizio ad informarmi su internet qual è il posto ideale dove passare tre settimane di vacanza nella Repubblica Domenicana. Leggo vari forum e siti (tra cui questo che è sicuramente il migliore) e racconti di viaggio; non ci sono dubbi, il posto ideale è Boca Chica a trenta chilometri dalla Capitale Santo Domingo. Deciso il posto, mi metto in cerca di un volo a buon prezzo, su edreams trovo un volo a 900,00 € con la compagnia Air Europa. Prezzo sicuramente buono ma, considerando che a Febbraio ne avevamo trovato uno a 700,00 €, consiglio a tutti di acquistare il biglietto aereo verso Gennaio. Successivamente, mi metto in contatto con Roberto via e-mail per l’appartamento. Gli spiego quello che cerchiamo: un appartamento con due stanze da letto separate e cucina, e Roberto ci trova una sistemazione davvero ottima.

Arriviamo nella Repubblica Domenicana Domenica 12 Agosto alle ore 18.10 all’aeroporto Las Americas. Qui troviamo ad aspettarci il mitico Roberto, un italiano che si è trasferito da diversi anni nella Repubblica Domenicana. Roberto è una persona simpaticissima e disponibile. Lungo il tragitto verso il residence, parliamo e ci da delle diritte su come muoverci, inoltre prima di arrivare a destinazione ci porta in giro per Boca Chica, ci conduce nella via principale la Duarte e ci da' dei consigli su dove effettuare il cambio e quali sono i locali migliori. Ascoltate bene Roberto, perché tutto quello che ha detto a noi si è rilevato esatto.


 
pernottamento al confortevole e tranquillo Residence Tropical Garden del simpatico Luigi, sempre pronto ad assistere i clienti

Dopo un po’ arriviamo al nostro Residence, il “Tropical Garden”, o meglio conosciuto dalla gente del posto come Residence “Luigi e Michaella”. Qui troviamo ad attenderci Luigi, il padrone di casa, anche lui italiano, trasferito da sette anni a Boca Chica, con i risparmi si è costruito questo bel residence a prova di fortino. Luigi è una persona squisita che si mette a disposizione per qualunque cosa e vi fa sentire a casa. Una sistemazione che consiglio a tutti per tre motivi: il primo, il residence è nuovo e molto ben tenuto; il secondo, ci sono due stanze da letto ed ognuna ha il suo bagno (cosa da non trascurare); il terzo e più importante è la sicurezza, il residence è davvero una fortezza dove nessun domenicano o domenicana può entrare o farvi scherzetti simili, e poi c’è Luigi sempre vigile.

 

 

Per la sistemazione in spiaggia Roberto ci consiglia il ristorante Colibrì, io già mi ero informato su internet e tutti consigliavano il Colibrì. Altra ottima sistemazione, gestito da Bruno, un napoletano che non vi farà mancare proprio niente, e come lui stesso dice qui tutto è possibile, basta chiedere. Il personale è ottimo e venite trattati come dei re, tutte le ragazze ma soprattutto Rei, un ragazzo domenicano, si fanno in quattro per non farmi mancare niente ed esaudire ogni desiderio. Inoltre, si mangia davvero bene e fanno dei frullati eccezionali. Da non perdere gli spaghetti allo scoglio e i calamari imbottiti, in generale comunque tutto il pesce lo cucinano da dio. Da non trascurare che Bruno prende solo pesce fresco, quello che gli portano la mattina.

Di seguito non mi dilungherò nel raccontarvi la vacanza giorno per giorno né tanto meno sulla bellezza del mare e del paesaggio perché sicuramente già siete informati, ma cercherò di darvi delle diritte per fare godere al massimo la vacanza a chi decide di intraprendere questo fantastico viaggio nella Repubblica Domenicana.

Partiamo dalla giornata tipo. Penso che solo da questo racconto vi verrà la voglia di mettervi sul primo aereo per Santo Domingo. Sveglia verso le dieci, un po’ di tempo per riprendervi e ricordare quello che avete combinato la notte e poi giù in spiaggia, qui trovate il lettino che Rei vi ha preparato con il vostro telo da mare sopra. Un attimo per sistemarvi ed andate a salutare le ragazze al bar ed ordinate un grande frullato di frutta mista.


 

Quando vi mettete seduti sulla sdraio a bere il frullato con i colori bellissimi del mare davanti e qualche bella domenicana che passa sulla spiaggia, vi sentite davvero dei Pashà.

 

 

Dopo, un bel bagnetto in queste acque cristalline, finchè non venite chiamati dalle ragazze per dirvi che il pranzo è pronto. Dopo pranzo un po’ di riposo sotto la sdraio, poi bagnetto pomeridiano e dopo a casa.

 

 

A casa è ora di accendere la televisione e guardare qualche programma domenicano e dopo grande doccia. Un’oretta di riposo che fa sempre bene, e poi cena fuori o a casa a seconda di come ci sentivamo. Infine, passeggiata in Duarte in cerca di una bella domenicana con cui passare la serata. Cosa ne pensate, ne vale la pena????
Boca Chica è un posto di vacanza ideale per i ragazzi, inoltre è una colonia di italiani, quasi tutti i ristoranti e gli alberghi del posto sono gestiti da italiani che si sono trasferiti ed hanno deciso di cambiare vita. Basta affidarvi a loro e non avrete problemi o brutte sorprese, cercate assolutamente di evitare locali gestiti da domenicani che cercheranno sempre di fregarvi e di gonfiarvi il prezzo. All’inizio resterete un po’ spiazzati da questa realtà così diversa dalla nostra.
Su questo tema voglio dilungarmi un attimo. Boca Chica è davvero una colonia di italiani e non solo per quelli che vivono lì ma anche perché buona parte dei turisti proviene dall’Italia. La cosa più bella è che vi sentirete davvero a casa come se foste in Italia, anzi molto meglio che in Italia perché gli italiani che si sono trasferiti a Santo Domingo e hanno le attività commerciali vi tratteranno benissimo e sono sempre pronti a mettersi a disposizione. Non verrete trattati come dei clienti ma come degli ospiti.
I primi giorni sulla spiaggia sono davvero difficili, perché venite presi letteralmente d’assalto da vari venditori ambulanti, massaggiatrici, e ragazzi domenicani che vi vogliono fare da ciceroni. Anche camminare per strada non è semplice, le ragazze vi fermeranno di continuo e cercheranno di farsi invitare a casa vostro oppure di andare a bere qualcosa, a tutto ciò si aggiungono i papponi domenicani che cercano di vendervi di tutto sin dalla mattina: droga e ragazze (attenzione: con la droga e con le minorenni si va in galera). Ma una volta fatta la conoscenza del posto e una volta che vi siete abituati a tutta questa gente, basta essere cordiale ed amichevoli e diventerà tutto più facile. Però, ripeto ancora, cercate di evitare i ragazzi domenicani che vi vogliono fare da ciceroni perché alla fine anche loro cercheranno di togliervi più soldi possibile da sotto con le varie mance che chiedono.

L’attrazione principale di Boca Chica sono le bellissime ragazze Dominicane. Le ragazze sono tutte ben curate e profumate, ed hanno dei visi bellissimi, anche se difficilmente si trovano ragazze con il fisico scultoreo alla brasiliana, però in compenso hanno tutte un bel seno prosperoso. A Boca Chica è possibile trovare sia le ragazze di pelle scura che ragazze con pelle più chiara, anche se la maggior parte delle mulatte si trovano nei bordelli. Tutte queste belle ragazze è possibile incontrarle la sera mentre si passeggia in Duarte, la strada principale di Boca Chica che è anche il centro della vita notturna. La sera viene chiusa al traffico e i locali invadono la strada con i tavolini. Se il pomeriggio è difficile camminare per la strada, la sera diventa impossibile. Venite presi d’assalto dalle ragazze, che vi invitano a sedere al tavolo e a prendere una birra. Naturalmente nessuno vi costringe a stare con le ragazze, ed anzi loro stesse se vedono che non siete interessati si alzano dal vostro tavolo e vanno in cerca di qualche altro ragazzo. Quindi, la scelta se stare oppure no con le ragazze è sempre vostra ma diciamo che alla fine troverete sempre qualche ragazza che vi farà perdere la testa e vi convincerà a portarla in camera. Piccolo consiglio, anche con le ragazze bisogna trattare sempre, all’inizio loro sparano alto ma voi fate finta di non essere interessati e vedrete come il prezzo scende, il prezzo ottimo è 1.000 peso (22,50 Euro al cambio attuale). Inutile dire che le ragazze una volta che vengono con voi cercano di incastrarvi per tutta la vacanza; la scelta è vostra, loro vi danno il numero di telefono, ma tanto le rincontrate per strada il giorno seguente.

 

 
Naturalmente ci sono anche le brave ragazze. Tutte quelle che lavorano nei vari ristoranti, alberghi, e negozi sono ragazze “normali”, sempre tra virgolette, perché anche loro vanno in cerca del turista italiano. Certamente non ti chiedono soldi ma scordatevi che non gliene dovrete dare, perché comunque le ragazze nella Repubblica Domenica hanno almeno un figlio e poi cercano di sfruttare al massimo l’occasione per farsi comprare vestiti, farsi pagare il parrucchiere e chiedere soldi per i figli e la mamma.

 


In conclusione, davvero nella Reppublica Domenica e specie a Boca Chica tutto è possibile con le ragazze, dipende tutto da voi e da cosa volete, l’unica cosa certa e che dovete cacciare la grana. Per mia esperienza diretta, vi posso raccontare che mi sono trovato davvero bene con tutte le ragazze con cui sono stato, sono dolci e poi ci sanno fare….ultimissimo consiglio, almeno una volta almeno andate in un Bordello, lì ci sono ragazze veramente bellissime anche se i prezzi sono più altri (fermatevi a 2.500 peso).

Altro tema molto trattato a Boca Chica è la sicurezza. Diciamo che non è un posto tranquillissimo, però con un po’ di attenzione ne uscirete senza problemi. Io poi sono di Napoli, quindi a determinati tipi di comportamenti ed a stare sempre vigile ci sono abituato e non ci faccio tanto caso. Per esperienza diretta i primi giorni specialmente sarete bombardati da racconti e da raccomandazioni, non vi fate prendere dal panico è non credete a quelli che vi dicono che c’è delinquenza ed è pericoloso camminare per strada o cose simili. Certo i domenicani sono lì per fregarvi, ecco perché attenzione a non fare troppa amicizia con loro perché il passo tra amici e ricatto diventa facile. Però camminare da turisti per Boca Chica non è molto diverso da camminare da turisti per Napoli. Basta seguire delle semplici precauzioni: non portare orologi, catene e bracciali vari, camminare con pochi soldi nella tasca e cercare di passare inosservati (per interdici, niente scene alla Berlusconi che offre a destra e a manca in Duarte) e vedrete che non vi succederà niente. Infatti a noi non è accaduta nulla, però vi posso assicurare che io ed il mio amico Nando ne abbiamo visto e sentito di tutti i colori ed ogni notte quando ci ritiravamo a casa pensavamo tra di noi che di peggio non potevamo vedere ed invece il giorno seguente eravamo puntualmente smentiti.

Infine, vi voglio dare dei piccoli consigli gastronomici sui locali del posto. Come detto, a pranzo eravamo sempre da Bruno al Colibri e non posso non consigliarvi gli spaghetti allo scoglio, ma tutti i primi in generale sono ottimi e non vi perdete i frullati.
Per la sera vi consiglio vivamente “Italy&Italy” dove potete mangiare un buonissimo piatto di pasta fatto in casa; “Il Salento” dove poter mangiare dei buonissimi primi ed anche la pizza (direi buona per essere ai caraibi), inoltre, i due proprietari Renato e Francesco sono davvero due bravissime persone che vi mettono a proprio agio; “Castello Italiano” ottimo per mangiare il pesce, specialmente l’aragosta; “Piccola Svizzera”, il locale è un po’ più caro rispetto agli altri ma ne vale la pena, non perdetevi il filetto di manzo che è davvero una specialità. Tutti questi locali sono gestiti da italiani e la bellezza e' che venite trattati davvero come se foste a casa.
Economicamente parlando, vi posso dire che levando ragazze e sfizi vari con meno di 1.000 peso (22,50 Euro) mangiate al ristorante mattina e sera e bevete a volontà.

Prima di salutarvi, qualche consiglio sui posti da visitare. Anche se non vi verrà mai voglia di abbandonare la bellissima spiaggia di Boca Chica .

 
a Boca Chica il mare e' sempre calmo e sicuro per la presenza della barriera corallina
 
la spiaggia e' bellissima e offre tutti i servizi. Ottimo il ristorante Colibri di Bruno, con fantastiche grigliate di pesce, sdraio e ombrelloni
 

 

Almeno in Capitale dovete andare; il Conde e la Zona Coloniale bella da visitare e poi molto tranquilla.

 

 
 
nel Parque Independencia, il Mausoleo dove sono custoditi i resti dei Padri della Patria (Duarte, Sanchez e Mella), e il monumento a Cristoforo Colombo nel Parque Colon con la Cattedrale di Santa Maria de la Incarnacion, Primata delle Americhe
 
 
 
Plaza de Espana, con Las Atarazanas (Arsenali), un complesso di antichi edifici, oggi sede di numerosi ristoranti e locali alla moda, e l'Alcazar de Colon (iniziato nel 1510), che ospito' la corte di Diego Colombo e dei discendenti di Cristoforo Colombo
 
 
 
La Fortaleza con la Torre del Homenaje (Torre dell'Omaggio) costruita tra il 1503 e il 1507, per volere del comandante Nicolas de Ovando
 
 
 
il Panteon Nacional (1714-1745), originariamente sede della chiesa dei Gesuiti, e trasformato nel Pantheon nazionale nel 1958

Ma soprattutto andate a visitare l’isola di Saona, una dei posti più belli al mondo che abbia mai visto.

escursione all'isola Saona, una meta da non perdere
 
 
 
 
 

In conclusione che dire…io mi sento di consigliare la vacanza a Boca Chica, almeno una volta nella vita un ragazzo dovrebbe andare a Boca Chica e passare due settimane incredibili dove l’impossibile è possibile.

 

 

Non andate assolutamente nei villaggi ma prenotate un bel appartamento tramite Roberto, altrimenti vi perderete tutto la bellezza e soprattutto il modo di vivere completamente diverso dal nostro.

Ciao, e buona vacanza a tutti nella Repubblica Domenica.

 

 

Domenico e Nando

 

 

Annunci Google

 

hotel
indice generale
escursioni
ristoranti
vita notturna
santo domingo
golf
corsi sub
spiaggia boca chica
pesca alto mare
home
mini guida
notizie utili
scriveteci
citta' coloniale
case vendita
cambio
meteo
spiagge del nord
racconti di viaggio