hotel indice guida vita notturna ristoranti spiaggia
 
     
 

"Mai avrei immaginato di trascorrere una vacanza nell'ultimo  Paradiso Terrestre.

Come ci sono arrivato? Per puro caso. Navigando in internet alla ricerca di un posto che potesse darmi il  bello, tranquillo e divertente.

Il caso ha voluto che, sempre via Internet  conoscessi, Roberto, un italiano che da anni vive li, una persona simpatica, onesta e disponibile. Gli faccio un po’ di pubblicita’, se qualcuno avesse bisogno di lui lo contatti, e' il webmaster di  www.bocachicaplaya.com , vi aiutera'.

Roberto mi ha sistemato nell’hotel REFUGIO NEPTUNO’S, immerso tra palme e piante tropicali . Una bella piscina lo completa.

La proprietaria Rita ed il suo personale è quanto di meglio si possa desiderare in un hotel. Cortesia, professionalità e sicurezza sono le loro prerogative.

     
 
     

La mattina successiva al mio arrivo, con Roberto, ho fatto un giro per memorizzare i luoghi di cui avrei sicuramente avuto bisogno (per non sbagliare e perdere tempo) come la Banca, la spiaggia attrezzata, i ristoranti, i luoghi di divertimento, i punti Cambio Valuta piu’ convenienti. Roberto mi ha dato inoltre  tanti utili consigli dei quali, in seguito, mi sono giovato.

Le mie tre settimane a Boca Chica, il minimo per gustare la vacanza, sono letteralmente volate. Volate come? Cerchero’ di raccontarvelo con le mie limitate capacita’ narrative...

La mattinata iniziava verso le 10 con la sveglia della cameriera che mi serviva direttamente nell’abitazione una succulenta colazione.

Verso le 11 scendevo a piedi verso il mare: circa 10 minuti ma ci si puo’ arrivare anche con un mototaxi “motoconcho” che con mezzo euro ti porta in qualsiasi posto di Boca Chica.

     
     

La spiaggia e il mare sono veramente cartoline. Luoghi adatti per amanti di fotografia.

La barriera corallina fa di Boca Chica un’immensa piscina che ti permette di allontanarti dalla battigia per centinaia di metri.

     
     
Un lettino prendisole mi aspettava  tutti i giorni all’ombra di una palma al Puerco Rosado. Arrivato e sistemate le “attrezzature da spiaggia”e riposto  in una cassetta di sicurezza (uso gratuito) i beni di  valore, mi spalmavo la cremina a  protezione 50  e via a camminate lungo la spiaggia  per saziare la curiosita’ e scoprire le meraviglie intraviste in lontananza .
     
     
Interessante è stata quella   verso Andres, paesino limitrofo a Boca Chica da cui dista un paio di chilometri dove “i locali” amano bagnarsi. Il cammino lungo la bianchissima spiaggia è costeggiato da palme e dirupi rocciosi  da cui sgorga una limpida e fredda acqua dolce e sotto i quali si formano piccole piscine dove i bambini si tuffano.
     
     

Con  un paio d’ore, incluse  le soste all’ombra delle palme, si completa la “gita fai-da-te”. La passeggiata ti puo’riservare anche piacevoli incontri.

     
     

Ritornato dal mio “bagnino” e  affamato   ordinavo il mio pranzo che mi veniva servito direttamente in spiaggia. Il menu’ offre una vastissima gamma di piatti tra cui spiccano quelli di pesce freschissimo con aragoste, scampi  e calamaretti.

 
 
Il PRANZO. Composto da un antipastino, un primo semplice e una birra gelata  il cui costo non supera i 6/7 Euro. (  con INCLUSO il lettino e  la cassetta di sicurezza!!!!! Quanto costerebbe in Italia?!?!
 
 

Ovviamente, se ci si accontenta, si puo’ andare in una spiaggia libera dove si puo’ mangiare dominicano e si spende la meta’.

Un paio di volte la settimana, sempre in spiaggia, usufruivo dei massaggi di ragazze autorizzate, che mi rimettevano a nuovo!! Costo? 7 EURO!!!!!!!!!

 
 
Verso le 5 di sera me ne ritornavo al Rifugio dove, dopo una bella doccia tonificante, schiacciavo un bel pisolino per traghettarmi a cena  al Ristorante ITALY & ITALY  dove il rapporto qualita’-prezzo lo fa essere il  MIGLIORE di Boca Chica. Provare per credere!! Piatto migliore? Pesce alla griglia annaffiato da un ottimo  vino bianco italiano.
 
 

Dopo cena ti aspetta Via Duarte. Chiusa al traffico   per dare spazio alla passeggiata, ai tavolini dei baretti e alla CHICA pronta ad agganciarti.

 
 
Un consiglio, attenzione alle ragazze in via Duarte!!!, alcune sono, per certi versi, pericolose!!! (VITA VISSUTA!!) Hanno “mani lunghe” e false.
 
 

Non sara’ pero’ la “chica mala” a fermare il mio proposito di ritornare qui per le mie prossime vacanze. Anche perche', a Boca Chica, gli anni non contano! Arrivooooooo........"

Prosegue con il ritorno di Kojack a Boca Chica.

     

 

Con Bruno nella movida Dominicana

vita notturna a Santo Domingo

discoteche, night clubs, casino

 

Loading

 

 

hotel indice guida vita notturna ristoranti spiaggia