hotel indice guida vita notturna ristoranti spiaggia
 
 
     
Bocachica.....toda la vida!
Racconto di viaggio di Alessandro e Sergio, aprile 2014
Alessandro e Sergio
 
isola Saona
 

Raccontare qualcosa di Boca Chica, o più in generale della Repubblica Dominicana, è impresa assai ardua, per il semplice motivo che è un’esperienza impossibile da racchiudere in qualche riga, più specificamente è un’ esperienza difficile da raccontare, va vissuta dal primo all’ultimo giorno…. tutta d’un fiato.

Probabilmente vi capiterà come a noi, io e Sergio, che al rientro in Italia già progettavamo di ritornarci. Il nostro motto è sempre stato fare vacanze in posti sempre diversi, per vedere sempre nuovi posti, ma ci siamo dovuti ricredere. Siamo andati in Aprile (2014) e la prima cosa che mi viene in mente è di sconsigliare il passaggio per gli Stati Uniti, lì sono capaci di farvi perdere la coincidenza per Santo Domingo, come è capitato a noi, e rischierete di perdervi nella notte di Miami Beach….

La Repubblica Dominicana vi accoglie con un caldo non fastidioso, anzi il vento permanente ve lo farà trovare addirittura piacevole.

Abbiamo alloggiato al Marina Bay, rapporto qualità-prezzo forse quasi imbattibile. Abbiamo avuto la fortuna di conoscere le persone che gestiscono questo sito (bocachicaplaya.com) e che hanno contatti con, penso,  quasi tutte le strutture di Boca Chica, ne è nato un rapporto assai piacevole e non possiamo non cogliere l’occasione per mandare un abbraccio ideale a Roberto ed Elena, due persone deliziose.

la piscina del Marina Bay
appartamento con cucina con frigo grande
due camere con letto natrimoniale e aria condiizonata
ampio patio coperto con vista mare
 

Se avete tempo a disposizione giratela la Repubblica Dominicana, noi avremo dovuto farlo più di quanto abbiamo fatto. Andate a Sosua e passateci qualche giorno, ma anche a Las Terrenas, noi non ci siamo riusciti.

Naturalmente la vostra base dovrà comunque essere sempre Boca Chica, perché qui c’è tutto. Il mare, la spiaggia con le palme, la sabbia bianchissima e finissima, venendo dall’Italia vi renderete conto che Boca Chica vi basta e vi avanza pure…..

 
la spiaggia di Boca Chica
 
Ma qualche escursione, come all’Isola Saona merita di essere fatta, lì ci sono le spiagge e gli scenari più belli di Santo Domingo, sarà un’intera giornata che vi resterà nella mente….e nel cuore.
 
Canto de la Playa, isola Saona
 

Lasciate da parte tutte le recensioni su internet che parlano di questo posto come pericoloso, è molto più tranquillo di qualsiasi grande città italiana e le situazioni da evitare, che saranno pochissime, le riconoscerete subito. Troverete italiani a volontà, molti si sono trasferiti definitivamente, molti lo stanno facendo gradualmente, soprattutto per la nostra crisi economica. Non possiamo non suggerirvi di andare da Dario, nella galleria, di fronte all'ottimo negozio di alimentari “Punto Italia” sulla Duarte, ha una boutique dove comprare diversi souvenir, è lì da 30 anni per questo da noi soprannominato “il sindaco di Boca Chica”, sa tutto di tutto e di tutti ed è una persona fantastica.

Per quanto riguarda il cibo c’è di tutto e per tutte le tasche, noi dopo aver girato un pò abbiamo preferito fermarci da Carlo “Restaurante Trastevere” (naturalmente sulla Duarte) per la simpatia e per l’amicizia che si è creata (cià Carlè…), qui mangerete bene (sia carne che pesce) e pagherete in media 600 pesos a testa (tenete presente che 1000 pesos sono 17 euro, almeno fino ad aprile 2014).

Insomma lasciatevi abbracciare dalla Repubblica Dominicana, col suo calore e la sua musica che vi accompagnerà sempre, ovunque sarete dal mattino fino a notte fonda, una musica rilassante ed allegra come tutto il popolo Dominicano, qui non c’è posto per lo stress europeo, senza accorgervene dopo poche ore se ne sarà andato definitivamente.

Andate più volte, soprattutto di sera, nella Capitale, è a 20 minuti di macchina. E per tutte le escursioni, sia diurne che notturne non possiamo non menzionare Bruno….. Boca Chica senza di lui non sarebbe la stessa cosa….affidatevi a lui senza remore vi saprà dare tutte le dritte di cui avete bisogno, vi porterà nei posti giusti, quando torneremo non potremo fare a meno di lui…. Insomma andate nella Repubblica Dominicana oltre ai pochi motivi che vi ho scritto ce ne sono altri mille che ho tralasciato. Andateci perché non ve ne pentirete. Andateci e sorriderete pensando allo stress “italiano”. Andateci e non fate l’errore che abbiamo fatto noi, che sulla playa del “Puerco Rosado” ci siamo chiesti le differenze fra le due repubbliche, la nostra e la loro, non fatelo, rimarrete sorpresi ed anche amareggiati di come un paese del terzo mondo possa battere la nostra cara terra italica sotto tutti i punti di vista…..ma proprio tutti!

A quelli che sono ancora indecisi non posso che ripetere il concetto iniziale…. Boca Chica ?.....toda la vida !!!

Alessandro & Sergio

 
al ristorante "Trastevere" da Carlo, sulla Duarte
sulla spiaggia di Boca Chica
alla discoteca Batey, sulla Duarte
la Duarte di sera
con Bruno, by night
all'isola Saona
   
 

 

Con Bruno nella movida Dominicana

vita notturna a Santo Domingo

discoteche, night clubs, casino

 

Loading

 

 

hotel indice guida vita notturna ristoranti spiaggia