hotel
indice generale
escursioni
ristoranti
vita notturna
santo domingo
golf
las terrenas
spiaggia boca chica
pesca alto mare
home
mini guida
notizie utili
scriveteci
citta' coloniale
tutti i caraibi
cambio
meteo NASA
spiagge del nord
racconti di viaggio

 

 

 

A BOCA CHICA CON LA NONNA

Racconto di viaggio della famiglia Capozzo

     

 

 

 

nel Conde

     
Spendere poco a Boca Chica  

Boca Chica low cost

voli, hotel, ristoranti, divertimenti, vita notturna

     

Pensare ad una vacanza per la famiglia, con i bambini, con la nonna, tutti insieme per venti giorni a Boca Chica è un atto di coraggio. Un salto nel buio, diciamolo chiaramente, almeno a giudicare dai luoghi comuni che circolano in rete su Boca Chica.

Eh si, perché, a ragion veduta, si tratta proprio di luoghi comuni.

Procediamo con ordine.

Non era la prima volta che partivo alla volta della Repubblica Dominicana, quindi sapevo “a cosa andavo incontro”. Ma non sapevo che avrei avuto piacevolissime sorprese. A cominciare dal viaggio. Un volo Air Europa Roma-Madrid-Las Americas straordinariamente confortevole e puntuale. Primo luogo comune sfatato. Air Europa è una signora compagnia.

 

volo Air Europa

 

Arrivo ai Caraibi in perfetto orario ed in aeroporto trovo ad attendermi Bruno e Roberto di “Boca Chica Playa”, “svizzeri” nella organizzazione, italiani nel calore e nell'accoglienza.

 

aeroporto Las Americas Santo Domingo

 

Per noi – siamo “solo” in 11, con due infant, due autisti di eccezione che in pochi minuti ci conducono al “Refugio Neptunos”, fantastica residenza – consigliata da Bruno e Roberto – a due passi dall'Hamaca, il miglior hotel casino' all-inclusive di Boca Chica.

 

Refugio "Neptunos"

 

E qui, altro luogo comune sfatato: il residence è pulitissimo, il personale molto cortese e professionale, oltre che disponibile.

Gli appartamenti a nostra disposizione sono al piano terra del corpo principale, per noi cucina, tre bagni ...

 

camere comunicanti

 

ed una piscina praticamente privata, insieme ad un patio coperto che utilizzeremo per pranzi e cene (abusando anche della disponibilità della fantastica proprietaria del residence che ci “sopporta” con grande garbo).

 

piscina del Refugio "Neptuno"

 

Il wireless e la tv in ogni camera sono comfort non da poco, ma quella che colpisce è l'atmosfera familiare. Appena arrivati sembra già di essere a casa nostra e, cosa importantissima, i bambini sono perfettamente a loro agio. 

Ma, si sa, in una vacanza l'alloggio non è tutto.

E allora ci affidiamo completamente ai consigli di Roberto e Bruno e comincia la carrellata delle piacevoli sorprese.

 

il bar ristorante Salento Playa

 

A cominciare dalla spiaggia: il ristorante “Salento Playa”, nel cuore di Boca Chica, a due passi dalla Galleria della Duarte: il padrone di casa, Renato, è riuscito a realizzare un mix perfetto tra atmosfera caraibica e sapore italiano.

 

direttamente sulla spiaggia di Boca Chica

Renato

 

Memorabili i suoi pranzi: basta chiedere all'arrivo in spiaggia e state certi che ad ora di pranzo potrete leccarvi i baffi tra pietanze della cucina creola, pesce e crostacei freschissimi, senza disdegnare una ottima pasta al forno o una cotoletta con patatine.

 

 
E che dire delle escursioni? Qui bisogna spendere due parole su Bruno, da noi ribattezzato “il sindaco di Boca Chica”. Conosce tutti, risolve ogni problema, ti accompagna in tutta la vacanza senza farti mai sentire in terra straniera. Hai bisogno di un'auto comoda per girare? Lui la trova. Vuoi vedere la capitale? Lui la conosce come le sue tasche. Anche di notte.

 

Ma non perdetevi la mitica escursione a Saona, isola perla del Mar dei Caraibi.

 

Saona

 

Bruno a Saona

 

Bruno vi ci porterà a bordo di una veloce lancia, tra fiumi di rum e cascate di aragoste.

 

   
   

 

Si comincia a bere alle 10 del mattino e si rientra solo quando le scorte sono finite. La parte selvaggia dell'isola, le piscine naturali, il villaggio dei pescatori sono cose che non si possono raccontare, vanno vissute. Ecco perché, durante la nostra permanenza, abbiamo replicato questa escursione.

 

Punta Popy, spiaggia di Las Terrenas

 

Memorabile anche la visita a Las Terrenas, nella parte nord dell'isola, quella che affaccia sull'Atlantico ed alle cascate del Limon, raggiunte dopo quaranta minuti a cavallo, bambini compresi.

 

natura esaltante alle cascate del Limon

 

In definitiva è stata per noi un'esperienza esaltante, sicuramente da ripetere perché la Repubblica Dominicana non si finisce mai di scoprirla.

Ultime annotazioni. I costi: sicuramente competitivi rispetto ad una vacanza in Italia, soprattutto se rapportati alla durata della vacanza ed alla location.

Infine un ringraziamento speciale a Roberto di Boca Chica Playa. Se torneremo a Santo Domingo lo dobbiamo anche al suo calore ed ad alla sua disponibilità.

Maurizio & C.  

 

 

 

Annunci Google

 

hotel
indice generale
escursioni
ristoranti
vita notturna
santo domingo
golf
las terrenas
spiaggia boca chica
pesca alto mare
home
mini guida
notizie utili
scriveteci
citta' coloniale
tutti i caraibi
cambio
meteo NASA
spiagge del nord
racconti di viaggio